Regione Lazio

Quesiti

Share Button

OGGETTO: AVVISO PUBBLICO DI INVITO A PRESENTARE OFFERTE PER L’AFFIDAMENTO DELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI ASSISTENZA LEGALE IN SOLO AMBITO STRAGIUDIZIALE IN MATERIA DI DIRITTO CIVILE, DEL LAVORO, AMMINISTRATIVO E PENALE IN FAVORE DELL’A.T.E.R. DEL COMPRENSORIO DI CIVITAVECCHIA

Quesito:

«In relazione alla cauzione provvisoria, si intende versarla in contanti. Pertanto, sono a richiedere estremi c/c su cui poter effettuare il versamento.»

Risposta al Quesito:

«Si comunica che l’IBAN su cui effettuare il versamento è IT 72 W 07601 03200 001037117130, intestato  A.T.E.R. del Comprensorio di Civitavecchia.»

Quesito:

«Conferma che il versamento può essere effettuato nella misura del 50% dell’importo richiesto, atteso che lo scrivente è equiparato a micro/piccola impresa.»

Risposta al Quesito:

«In caso di micro/piccola impresa, può essere effettuato (il versamento) nella misura del 50% dell’importo richiesto.»

Quesito:

«Conferma che la trasmissione a mezzo posta o a mezzo corriere viene accettata anche in orari diversi da quelli di apertura del protocollo (diversamente il termine delle ore 9,00 del 20.11, coinciderebbe con quello di venerdì 17.11 ore 12,00).»

Risposta al Quesito:

«In merito alla trasmissione a mezzo posta o a mezzo corriere essa verrà accettata anche al di fuori degli orari diversi da quelli di apertura al protocollo purché la trasmissione avvenga entro il termine perentorio delle ore 9:00 del 20.11»

Quesito:

«In sede di collocazione del plico di trasmissione e delle tre buste incluse è possibile, in luogo della scrittura autografa direttamente sulla busta, applicare un foglio A4 stampato contenente le indicazioni testuali richieste (sul plico generale: destinatario, mittente e denominazione della gara; sulle buste singole, destinatario e qualificazione della busta).»

Risposta al Quesito:

«E’ consentita l’applicazione di un foglio stampato contenente le indicazioni testuali richieste purché ben aderente al corpo della busta e con il nastro adesivo che delimita i bordi del foglio.»

Quesito:

«Sulle tre buste contenenti la documentazione amministrativa, l’offerta tecnica e l’offerta economica è possibile indicare, oltre il mittente e la qualificazione della busta, anche il riferimento seguente “GARA PER L’AFFIDAMENTO DELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI ASSISTENZA LEGALE IN SOLO AMBITO STRAGIUDIZIALE IN MATERIA DI DIRITTO CIVILE, DEL LAVORO, AMMINISTRATIVO E PENALE IN FAVORE DELL’A.T.E.R. DEL COMPRENSORIO DI CIVITAVECCHIA – CIG N. 7260553DDD”.»

Risposta al Quesito:

«Sulle tre buste deve essere indicato il mittente e il quesito identificativo della busta senza alcun ulteriore riferimento alla gara, trattandosi di indicazione ridondante.»

OGGETTO: AVVISO PUBBLICO DI INVITO A PRESENTARE OFFERTE PER LA CESSIONE DI IMMOBILI AVENTI DESTINAZIONE D’USO RESIDENZIALE, DA DESTINARE ALLA LOCAZIONE IN REGIME DI E.R.P., UBICATI NEI COMUNI DI COMPETENZA DELL’ATER DEL COMPRENSORIO DI CIVITAVECCHIA

Quesito:

«Con riferimento all’oggetto, in particolare al punto 3 dell modello A si chiede cosa significhi “nulla osta reso ai sensi dell’art.10 legge 575 del 31/05/1965” normativa che allo scrivente risulterebbe modificata dal Lgs 159/2011.
Lo scrivente ritiene di presentare copia del Certificato di iscrizione al CCIAA allegando inoltre autocertificazione resa ai sensi DPR 445/2000 con riferimento allo status del legale rappresentante e del socio unico della scrivente società.
Si prega confermare con cortese sollecitudine, ovvero indicare altre forme di presentazione alternative.»

Risposta al Quesito:

«Si comunica che, ai fini della presentazione della offerta, nella Busta A “DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA” è possibile inserire la certificazione di iscrizione alla C.C.I.A.A. allegando autocertificazione resa ai sensi del D.P.R. n.445/2000 con riferimento allo status legale rappresentante e del socio unico della scrivente società.»


OGGETTO: AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L’ESPLETAMENTO DI PROCEDURA NEGOZIATA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI UFFICI ATER DEL COMPRENSORIO DI CIVITAVECCHIA

Quesito:

«Abbiamo preso visione dell’avviso indicato in oggetto al fine di predisporre la manifestazione di interesse

a partecipare alla procedura di gara.

Nella sezione “Criteri di selezione” leggiamo quanto segue:

“c) I requisiti di capacità economica e finanziaria che i concorrenti devono possedere sono i seguenti:

  1. Idonee dichiarazioni di almeno due differenti istituti bancari o intermediari autorizzati ai sensi del D.igs. 1 settembre 1993 n. 385 attestanti che il concorrente presenta un saldo creditore di conto corrente attivo ad una disponibilità, anche tramite credito finanziario, a far fronte agli impegni economici e finanziari derivati dall’aggiudicazione del contratto di cui trattasi; ”Omissis…

A tal proposito vorremmo evidenziare che , in varie occasioni, sia l’ANAC che il Consiglio di Stato ed i Tribunali amministrativi ( tra i quali il TAR di Palermo nella recente sentenza n. 3134 del 27.12.2016 allegata in copia alla presente ) hanno affermato che “le referenze bancarie non devono avere un contenuto specifico e dettagliato”.

A tal proposito vorremmo evidenziare che gli Istituti di credito rilasciano le referenze bancarie solo a clienti meritevoli di credito secondo un format predefinito.

Pertanto, il semplice rilascio della referenza attesta la capacità del soggetto a far fronte ai propri impegni finanziari.

Con riferimento, invece, alla Dichiarazione Mod. A.1 leggiamo al punto W.3 quanto riporta di seguito:

“W.3) Capacità economica finanziaria:

  • Possesso presso due differenti istituti bancari di un saldo creditore di conto corrente attivo ed una disponibilità, anche tramite credito finanziario , a far fronte agli impegni economici e finanziari derivanti dall’aggiudicazione del contratto di cui trattasi ”Omissis…

A tal proposito vorremmo precisare che la presenza di saldi creditori attivi nei confronti di Istituto di credito non può costituire unica prova della capacità economico finanziaria perché l’azienda potrebbe non avere saldi attivi sui conti correnti ma vantare nel contempo crediti v/clienti che, se incassati le consentirebbero di riportare in attivo i saldi di tali conti. Inoltre, se l’azienda presentasse saldi attivi sui c/c potrebbe non avere la necessità di ricorrere al credito bancario.

Pertanto con la presente, Vi chiediamo di voler modificare le suindicate previsioni per l’accesso alla procedura di gara, prevedendo che possano essere presentate referenze bancarie senza un contenuto specifico e dettagliato, in conformità di quanto previsto dall’art. 86 del D. Lgs. 50/2106 – mezzi di prova e di quanto specificato nell’allegato XVII: “Allegato XVII – MEZZI DI PROVA DEI CRITERI DI SELEZIONE (Allegato XII dir.24) Parte I: Capacità economica e finanziaria.

Di regola, la capacità economica e finanziaria dell’operatore economico può essere provata mediante una o più delle seguenti referenze:

  1. Idonee dichiarazioni bancarie o, se del caso, comprovata copertura assicurativa contro i rischi professionali;
  2. Presentazioni dei bilanci o di estratti di bilancio, qualora la pubblicazione del bilancio sia obbligatoria in base alla legislazione del paese di stabilimento dell’operatore economico;
  3. Una dichiarazione concernente il fatturato globale e, se del caso, il fatturato del settore di attività oggetto dell’appalto, al massimo per gli ultimi tre esercizi disponibili in base alla data di costituzione o all’avvio delle attività dell’operatore economico, nella misura in cui le informazioni su tali fatturati siano disponibili. “Omissis….

Inoltre, vi chiediamo di modificare il punto W.3 della Dichiarazione mod. A.1 consentendo di poter indicare, in assenza di saldi creditori sui c/c bancari, le linee di credito in essere concesse dagli istituti di credito a seguito pratica di affidamento.»

Risposta al Quesito:

In relazione alla nota pervenuta ed evidenziata si rileva quanto segue:

  1. A) “Criteri di selezione”

Le referenze bancarie, come noto, costituiscono lettere di affidabilità con cui gli istituti di credito attestano, genericamente, di intrattenere rapporti di affidamento bancario con l’impresa, con ciò fornendo garanzia della solidità finanziaria della stessa. Esse non hanno natura fidefacente, costituendo semplici dichiarazioni di scienza che offrono alla stazione appaltante un mero indizio della solidità economica del concorrente.

Al riguardo l’Ater ritiene che, ai fini d’interesse, una lettera di referenza bancaria possa ritenersi “adeguata” a soddisfare le esigenze suddette allorquando l’Istituto faccia espresso riferimento sia all’oggetto che al valore dell’appalto, poiché (come precisato in più occasioni dall’Anac, in tal modo si attesta che l’istituto di credito avendo preso contezza sia dell’oggetto che della consistenza del servizio è stato posto nelle condizioni di poter valutare se, in virtù dei rapporti instaurati con l’impresa, ed in base a proprie valutazioni, esistevano i presupposti per il rilascio della referenza stessa).

Pertanto, una referenza bancaria resa secondo un formato predefinito della Banca può andar bene purché la referenza positiva sia resa dalla Banca con espresso riferimento sia dell’oggetto che della consistenza del servizio richiesto ed oggetto della procedura di gara.

  1. B) Dichiarazione Mod. A1

In ordine alla prova della capacità economico-finanziaria l’art. 86 del NCDA dispone che le stazioni appaltanti possono esigere i mezzi di prova indicati nell’articolo medesimo, nell’allegato XVII e nell’art. 87. Al contempo detto articolo prevede che gli operatori economici possano avvalersi di qualsiasi mezzo idoneo documentale per provare che essi disporranno delle risorse necessarie (poi valutato dalla stazione appaltante).

Al comma 4, inoltre, è espressamente previsto che la prova della capacità economica e finanziaria dell’operatore economico può essere fornita, DI NORMA, mediante uno o più mezzi di prova indicati nell’allegato XVII parti I. La stazione appaltante ha, però, facoltà di chiedere altra forma di documentazione che ritiene idonea (tanto è vero che la legge parla di documentazione richiesta “di norma”) purché tale richiesta, “al di fuori della norma”, non sia considerata particolarmente gravosa per l’operatore economico e, al contempo, non incida in maniera determinante sul principio del favore verso la massima partecipazione alla procedura).

Nel caso di specie, la stazione appaltante ha ritenuto mezzo idoneo, alternativo a quelli previsti -di norma- dalla norma richiamata (allegato XVII parte I), l’attestazione del possesso “presso due differenti istituti bancari di un saldo creditore di conto corrente attivo ed una disponibilità, anche tramite credito finanziario, a far fronte agli impegni economici e finanziari derivati dall’aggiudicazione del contratto di cui trattasi”.

L’operatore economico, che per fondati motivi non è in grado di presentare le referenze chieste dall’amministrazione aggiudicatarie, può provare la propria capacità economica e finanziaria mediante un qualsiasi altro documento considerato idoneo dalla Stazione appaltante: e, dunque, ove non in grado di fornire la documentazione richiesta potrà essere considerata idonea, in alternativa a quanto richiesto dalla stazione appaltante, certamente la documentazione di cui all’allegato XVII parte I.

Con riferimento, invece, all’attestazione delle linee di credito in essere concesse dagli Istituti di Credito a seguito di pratica di affidamento potrebbe essere ritenuto un elemento aggiuntivo di valutazione positiva, purché con l’indicazione dell’ammontare concesso e di quello effettivamente utilizzato, ciò al fine di consentire le valutazioni del caso circa i requisiti in esame.


OGGETTO: AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L’APERTURA DI UN CONTO CORRENTE BANCARIO ORDINARIO

Quesito:

«Come richiesto nel Bando di gara in oggetto: “I soggetti interessati dovranno far pervenire presso la sede legale dell’ATER, sita in Civitavecchia, Via Don Milani n. 6, in busta chiusa, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 8 maggio 2017, una propria dichiarazione, redatta in lingua italiana, contenente la manifestazione di interesse a partecipare alla procedura e redatta secondo il modulo allegato al presente Avviso”. Scorrendo il sito www.atercivitavecchia.com non abbiamo trovato nessun modulo allegato che ci permetta di redigere la dichiarazione come prescritto.

Sono a chiederle, gentilmente, di poter reperire in altro modo il modulo richiesto per la partecipazione al bando di gara indetto dall’Istituto da lei diretto.»

Risposta al Quesito:

«In merito al quesito posto relativo all’avviso di cui in oggetto si specifica che l’art. 1 recitante testualmente “I soggetti interessati dovranno far pervenire presso la sede legale dell’ATER, sita in Civitavecchia, Via Don Milani n. 6, in busta chiusa, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 8 maggio 2017, una propria dichiarazione, redatta in lingua italiana, contenente la manifestazione di interesse a partecipare alla procedura e redatta secondo il modulo allegato al presente Avviso” presenta un refuso di stampa.

Pertanto le ultime parole dell’articolo in questione, più precisamente “e redatta secondo il modulo allegato al presente avviso” non vanno considerate


OGGETTO: BANDO DI GARA PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI CASSA DELL’A.T.E.R. DEL COMPRENSORIO DI CIVITAVECCHIA

Quesito:

«Relativamente al bando in oggetto si chiedono i seguenti chiarimenti:

  • Nello Schema di Convenzione allegato al bando, all’art. 8 – DISPONIBILITA’ DI CASSA – FIDO PER ANTICIPAZIONE E RILASCIO FIDEJUSSIONI, si fa rifrimento alla possibilità, da parte dell’Ente, di richiedere al Cassiere “affidamenti per dar corso al pagamento dei mandati”. In relazione a ciò, si richiede se è normativamente previsto per un importo massimo per tale anticipazione.
  • Si chiede cosa si intende per “VALUTA DEI PAGAMENTI – GIORNO PRECEDENTE”, elemento da indicare nell’ambito dell’offerta economica;
  • Si chiede conferma della decorrenza del servizio oggetto di gara, in quanto quello nello Schema di Convenzione allegato al bando, all’art. 3 – OPERATIVITA’ DEL SERVIZIO E SUO SVOLGIMENTO, si indica come data di decorrenza 01 aprile 2014.»

Risposta al Quesito:

«Relativamente alla richiesta inerente gli affidamenti si comunica che normativamente non è previsto un importo massimo, tuttavia a tal riguardo qualche novità potrebbe essere contenuta nella delibera di Giunta Regionale di cui al terzo comma dell’articolo 3 della L.R. 31 dicembre 2015, n. 17 “Legge di stabilità regionale 2016”.

Per quanto concerne la valuta dei pagamenti – giorno precedente è da intendersi il giorno precedente al timbro per ricezione apposto, dall’Istituto di credito che effettua il servizio di cassa, sulla distinta di trasmissione contenente il mandato di pagamento.

La decorrenza del servizio oggetto di gara è il 1° aprile 2016.»