Regione Lazio

PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 50/2016 E S.M.I., PER L’AFFIDAMENTO DI UN ACCORDO QUADRO PER SERVIZI DI PROGETTAZIONE RELATIVI A LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA SUL PATRIMONIO IMMOBILIARE DI PROPRIETÀ DI ATER DI CIVITAVECCHIA OVVERO AD ESSA CONFERITO IN GESTIONE

Share Button

Determinazione del Direttore Generale N°138 del 05.09.2019 – PDFA

Determinazione del Direttore Generale N°138 del 05.09.2019 – Scansione documento originale

Avviso di indizione di procedura aperta

DISCIPLINARE DI GARA E DOCUMENTAZIONE ALLEGATA

Capitolato d’oneri

Atti di gara

Quesiti:

D: In riferimento all’allegato 7, contenuto offerta tecnica, si chiede il seguente chiarimento: al secondo rigo è indicato in neretto sottolineato che la relazione deve essere composta da massimo 16 facciate (esclusa copertina) in formato A4; successivamente è indicato il numero massimo di facciate per singolo punto da sviluppare (dal punto n. 1 al n. 7). La somma delle facciate massime consentito nei singoli punti che vanno dal n.1 al n. 7 è 35 facciate. Si chiede chiarimento in merito al numero massimo di facciate della relazione tecnica e la distribuzione del numero di facciate per singolo punto da sviluppare (dal n.1 al n. 7) visto che non c’è corrispondenza.

R: In riferimento alla vostra Richiesta di chiarimenti in oggetto, si fa presente che l’allegato 7 “Contenuto della offerta tecnica” definisce che il quantitativo massimo della Relazione tecnica deve essere di 16 facciate (esclusa copertina).Ogni singolo punto può essere modulato in base alla propria offerta tecnica – rispettando comunque il massimo previsto per ogni punto – e la somma di tutte le facciate deve necessariamente rispettare il quantitativo massimo sopra nominato.

D: Lo scrivente omissis, presa visione dell’avviso di cui all’oggetto, per un opportuno approfondimento vorrebbe esaminare i documenti di gara, ma gli stessi, alla data del 30 settembre 2019, non risultano disponibili sul sito di codesta Amministrazione: www.atercivitavecchia.com. Pertanto si richiede di renderli disponibili per una opportuna pubblicizzazione.

R: In riferimento alla vostra Richiesta di chiarimenti in oggetto, si fa presente che alla data del 30 settembre 2019 il BANDO DI GARA in oggetto unitamente al DISCIPLINARE DI GARA E DOCUMENTAZIONE ALLEGATA erano già stati pubblicati sul sito di Questa ATER al seguente indirizzo: http://atercivitavecchia.com/amministrazione-trasparente/bandi-di-gara-e-contratti/

D: Con riferimento a quanto specificato all’art. 3 “Oggetto dell’accordo quadro, importo e suddivisione in lotti” del Capitolato d’oneri di cui si riporta un estratto “L’Accordo Quadro è costituito da un unico lotto: ciò in quanto, sotto un profilo geografico i servizi professionali oggetto del presente bando saranno tutti riferiti indistintamente al patrimonio immobiliare di proprietà di Ater o ad essa conferito in gestione dislocato nel comprensorio dei territori comunali di Civitavecchia, Santa Marinella, Tolfa ed Allumiere (laddove, la maggiore concentrazione si ha nel Comune di Civitavecchia); inoltre, non è pianificabile a priori la distribuzione dei singoli incarichi di progettazione rispetto ai predetti immobili nei predetti territori comunali; rispetto alle prestazioni, in quanto le prestazioni richieste relative ai lavori di manutenzione edile del predetto patrimonio immobiliare sono strettamente connesse tra loro e necessitano di unitarietà di governo e di visione.” … e a quanto indicato all’art. 14 “Contenuto della offerta tecnica” specificato nell’allegato 7 “Contenuto dell’offerta tecnica” dove si fa specifico riferimento a servizi di progettazione che dimostrino “l’esperienza professionale conseguita in tema di efficientamento energetico del sistema involucro-impianti” (punto 1.) nonché “sotto il profilo della tipologia e complessità, con particolare riferimento alle opere pubbliche”, che sembrerebbe confermare che i servizi professionali richiesti dal presente bando debbano riferirsi ad immobili in particolare di proprietà pubblica; si richiede se tra le prestazioni di cui l’offerente dovrà farsi carico rientrano anche quelle di seguito elencate estratte dall’allegato 6 “capitolato tecnico”

4.1 PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE

  • pianificazione forestale, paesaggistica, naturalistica ed ambientale
  • piani aziendali agronomici, di concimazione, fertilizzazione, reflui e fitoiatrici
  • programmazione economica, territoriale, locale e rurale
  • piani urbanistici esecutivi, di sviluppo aziendale, di utilizzazione forestale

4.2.3. Rilievi, Studi ed Analisi

  • Rilievi, studi e classificazioni agronomiche, colturali, delle biomasse e delle attività produttive;
  • Rilievo botanico e analisi vegetazionali dei popolamenti erbacei ed arborei ed animali;
  • Elaborazioni, analisi e valutazioni con modelli numerici, software dedicati

Tale chiarimento risulta indispensabile per argomentare in modo congruente l’offerta tecnica in relazione a quanto richiesto dalla documentazione posta a base di gara con specifico riferimento ai CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’OFFERTA TECNICA (art 16.1. Capitolato d’oneri) di cui si riporta sempre un estratto

“- Criterio di valutazione 2, sub-criterio di valutazione 2.1 – 2.2.

il punteggio maggiore verrà attribuito al concorrente che proporrà una struttura tecnico-organizzativa e procedure interne adeguate al fine di garantire un’elevata qualità nell’erogazione delle prestazioni esplicando anche le modalità di interazione con la committenza; ovvero prendendo in considerazione la capacità dell’organizzazione a far fronte a una significativa contemporaneità di incarichi.

– Criterio di valutazione 2, sub-criterio di valutazione 2.3

omissis

– Criterio di valutazione 2, sub-criterio di valutazione 2.4

omissis

– Criterio di valutazione 2, sub-criterio di valutazione 2.5

il punteggio maggiore verrà attribuito per la completezza e l’efficacia della proposta metodologica prendendo in considerazione la capacità di approfondimento e il dettaglio delle attività di pianificazione e di monitoraggio dei tempi nello svolgimento dei contratti specifici relativi all’accordo quadro. Le modalità operative e procedure per l’interfaccia nei confronti del RUP e della stazione appaltante.

– Criterio di valutazione 3,

il punteggio maggiore verrà attribuito al concorrente che formulerà, illustrandole, proposte migliorative in ordine all’espletamento delle prestazioni richieste.”

R: In riferimento alla vostra Richiesta di chiarimenti in oggetto, si fa presente che le macro categorie oggetto dell’Accordo Quadro in oggetto sono elencate al punto 2 dell’Allegato 7 mentre al punto 4 sono indicati i servizi professionali che possono essere attivati eventualmente dall’Azienda. In ordine alle attività di cui ai punti 4.1 e 4.2.3. si fa presente che  rivestono una posizione marginale rispetto alle attività di cui ai punti 4.3. e seguenti.

D: Con riferimento a quanto riportato nel documento “All.7_descrizione-relazione-offerta-tecnica” relativamente al numero di pagine di cui deve essere costituita la relazione-Offerta tecnica, si chiede di chiarire se il numero complessivo delle facciate deve essere pari a 16 A4 oppure sia da considerare il numero di facciate indicato per ogni subcriterio per un totale di 37 A4.

R: In riferimento alla vostra Richiesta di chiarimenti in oggetto, si fa presente che l’allegato 7 “Contenuto della offerta tecnica” definisce che il quantitativo massimo della Relazione tecnica deve essere di 16 facciate (esclusa copertina). Ogni singolo punto può essere modulato in base alla propria offerta tecnica – rispettando comunque il massimo previsto per ogni punto – e la somma di tutte le facciate deve necessariamente rispettare il quantitativo massimo sopra nominato.

D: In riferimento art. 7.3 lett. f) del Capitolato d’Oneri si chiede:

1) conferma che il requisito deve essere soddisfatto dal raggruppamento temporaneo costituendo nel complesso. Detto requisito deve essere posseduto in misura maggioritario dall’impresa mandataria;

2)   I documenti richiesti per la comprova (curricula delle risorse indicate e documentazione idonea a dimostrare il rapporto del concorrente) devono essere prodotti ed allegati alla documentazione in fase di gara?

In riferimento art. 12 punto 4 del Capitolato d’Oneri – Modalità di presentazione dell’offerta e sottoscrizione dei documenti di gara si chiede:

1) la documentazione da inserire nel plico può essere prodotta tutta su supporto elettronico (cd rom) e firmata digitalmente oppure deve essere prodotta tutta su supporto cartaceo?

2)   Nel capitolato d’oneri fate riferimento alla firma digitale da apporre su alcuni documenti da inserire nelle buste, si chiede con che modalità bisogna inserire tali documenti visto che la firma digitale è verificabile solo su supporto elettronico.

In riferimento art. 13.1 del Capitolato d’Oneri si chiede:

1)   Si chiede conferma se bisogna apporre sulla domanda di partecipazione della mandataria, del raggruppamento temporaneo costituendo, la marca da bollo da 16,00€?

R: In riferimento alla vostra Richiesta di chiarimenti in oggetto, si fa presente quanto segue:

  1. Si conferma che il requisito di cui all’art. 7.3 lett. f) del Capitolato d’Oneri deve essere soddisfatto dal raggruppamento temporaneo nel complesso. Detto requisito deve essere posseduto in misura maggioritaria dall’impresa mandataria.
  2. Si conferma che per la comprova di detto requisito il concorrente dovrà produrre in fase di gara curricula delle risorse indicate e documentazione idonea a dimostrare il rapporto con il concorrente.
  3. Il contenuto dei plichi può anche essere prodotto tutta su supporto elettronico (cd rom) e firmato digitalmente, fermo restando la produzione cartacea.
  4. I documenti possono essere firmati digitalmente e stampati, con relativo certificato di firma elettronica, fermo restando la possibilità di produrre la documentazione di gara su supporto digitale.

Si conferma che sulla domanda di partecipazione va apposta la marca da bollo da 16,00 € e annullata.

COMUNICAZIONI

Si comunica che la prima seduta pubblica fissata alle ore 10:30 del 18.11.2019 per la verifiche preliminari e l’apertura della busta contenente documenti amministrativi è differita al 22.11.2019 ore 10:00 presso la sede aziendale.

Il RUP

arch. Raffaella Carli

Si comunica che la prima seduta pubblica fissata alle ore 10:00 del 08.11.2019 per la verifiche preliminari e l’apertura della busta contenente documenti amministrativi è differita al 18.11.2019 ore 10:30 presso la sede aziendale.

Il RUP

arch. Raffaella Carli

Si comunica che la prima seduta pubblica fissata alle ore 10:00 del 31.10.2019 per la verifiche preliminari e l’apertura della busta contenente documenti amministrativi è differita al 08.11.2019 ore 10:00 presso la sede aziendale. Resta fermo il termine fissato per la presentazione delle offerte.

Il RUP

arch. Raffaella Carli

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi